Conoscere il nostro territorio ci aiuta a migliorarlo
Menu

Carni Siciliane

Vota questo articolo
(0 Voti)

La rivoluzione neolitica che porto al passaggio dall'attività di caccia e di raccolta a quella di produzione ed allevamento, rappresenta un passaggio cruciale nella storia dell'homo sapiens.


 

In sicilia esso è attestato a circa 6000 anni prima di Cristo. Il clima si pensa che era più o meno simile all'attuale. Come il territorio, con la differenza che era ricco di foreste di querce ed una ricca fauna selvatica. L'introduzione dell'allevamento di ovini e caprini con il successivo addomesticamento dei bovini e del maiale muta il sistema economico e sopratutto il rapporto con l'ambiente. Ieri come oggi la zona più votata all'allevamento è sopratutto la zona iblea. Ne sono testimonianza i vasti reperti archeologici di un popolo dedito alla pastorizia. Pascolo Comunque il periodo in cui si è avuto un gran incremento dell'allevamento è all'incirca intorno al 2000 avanti Cristo. Periodo in cui le popolazioni si sono spostate dalle coste verso l'interno. E' questo il periodo dove sono nati i seminativi e il massiccio uso dei bovini ed equini e l'uso dell'aratro in legno. Si cominciano a costruire recinti fissi per gli animali con muri in pietra.

Ancora oggi gli allevamenti si trovano nelle stesse zone di un tempo: Madonie, Nebrodi ed Etna , Peloritani (caprini), Iblei, le montagne di Agrigento (Cammarata e Santo Stefano Quisquina), di Caltanisetta ed Enna e nel Palermitano da Bisaquino a Corleone.

Le razze autoctone siciliane sono:

  • La razza bovina Modicana 
  • La razza bovina Cinisara
  • La razza bovina Siciliana 
  • La razza bovina Mezzalina
  • La razza bovina Montanina 
  • La razza ovina Comisana che tutto il mondo ci invidia.comisana
  • La razza ovina della valle del Belice.
  • La razza ovina Barbaresca Siciliana 
  • La razza ovina Noticiana 
  • La razza ovina Pinzirita
  • La razza caprina Girgentana 
  • La razza caprina Maltese 
  • La razza caprina Argentata dell'Etna
  • La razza caprina dei Nebrodi
  • La razza caprina Messinese
  • Il suino nero siciliano dei Nebrodi e delle Madonie. 
  • Il cavallo Sanfratellano
  • Il cavallo Purosangue orientale.
  • L'asino Ragusano.
  • L'asino Pantesco.

Altre razze si sono ambientate dopo essere importate:modicana

  • La razza bovina Bruna Alpina incrociata anche con la Modicana.
  • La razza bovina Frisona Italiana in pianura.
  • La razza ovina Bergamasca 
  • La razza ovina Sarda incrociata con la Barbaresca e la Comisana. 

Le antiche tradizioni di allevamento tramandate nei secoli, hanno influito nelle qualità organolettiche delle carni, unitamente alle condizioni di alimentazione.

Le specie foraggere di cui si alimentano allo stato brado e la costante attività fisica che comporta una maggiore irrorazione di sangue nei muscoli; conferiscono un colore della carnemontone più marcato ed una maggiore compattezza. Un sapore più spiccato dovuto alle innumerevoli essenze foraggere.

Purtroppo nei grossi centri e nelle zone costiere della Sicilia è diventato difficile trovare della buona carne allevata come sopra. La pubblicità ed i supermercati, ci hanno abituato a una carne chiara, ricchissima in acqua con poche qualità organolettiche.

Il settore delle trasformazioni carnee è molto sviluppato. Sopratutto il suinicolo con specialità di pregio come il salame di Sant'Angelo di Brolo.

Ultimamente il ministero delle Politiche Agricole ha iniziato a promuovere le carni fresche siciliane, con risultati ancora non soddisfacenti. 

 

 
Letto 1060 volte
Altro in questa categoria: « Manna Formaggi Siciliani »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

facebook_page_plugin